PostHeaderIcon CAD-scad2014

Decreto semplificazioni e CAD

DigitPA pubblica online l’ultima versione del Codice dell’Amministrazione Digitale (CAD) introducendo le modifiche previste dal recente “decreto semplificazioni”, convertito in legge n. 35 il 4 aprile 2012.
In particolare:

all’art. 5 è prevista da parte della pubbliche amministrazioni la pubblicazione sul proprio sito del codice IBAN e dei dati necessari per effettuare il versamento;

all’art. 15 è prevista la gestione in forma associata dei servizi ICT da parte dei comuni con popolazione fino a 5.000 abitanti;

all’art. 63 è prevista l’erogazione dei servizi esclusivamente tramite i canali telematici, compresa la posta elettronica certificata, a partire dal 1° gennaio 2014.

Ultimo aggiornamento (Venerdì 07 Settembre 2012 10:56)

 


 

Servizi archivistici

Grazie all’esperienza maturata in oltre 25 anni di attività, A.R.C.A. è in grado di fornire tutti i servizi collegati alla gestione di archivi pubblici di enti locali, archivi scolastici, archivi d’impresa, archivi privati e di famiglia, archivi parrocchiali, archivi di istituzioni e archivi di gruppi e associazioni.

Servizi per beni etnoantropologici

Da sempre A.R.C.A. è attiva nel campo dei beni etnoantropologici e di archeologia industriale con progetti specifici su fonti materiali (catalogazione di collezioni pubbliche e private legate alla cultura popolare) e fonti immateriali/fonti orali (ricerche e interviste a informatori riguardo particolari temi legati alle attività produttive del territorio).

Servizi di assistenza all'autonomia

Operatori qualificati progettano e realizzano servizi di assistenza all'autonomia dedicati ad alunni disabili che frequentano istituti di ogni ordine e grado al fine di svilupparne l'autonomia sociale e relazionale. Altri interventi sono stati e sono diretti al settore giovanile con lo sviluppo e il potenziamento di momenti di aggregazione. In ambito culturale, scolastico e sociale A.R.C.A. coopera con varie istituzioni scolastiche, con il Coordinamento Migranti di Valtrompia e altre associazioni e cooperative, ma non dimentica gli impegni originari che hanno motivato la sua costituzione.